Musica di sottofondo negli spazi pubblici

Richiedete qui la licenza per l'uso della musica di sottofondo.

Musica di sottofondo nel trasporto passeggeri

Richiedete qui la licenza per l'uso di musica di sottofondo nel trasporto passeggeri.

TC 3a - Spiegata in modo semplice

In molte aziende, vengono diffuse musica o trasmissioni in sottofondo. A tal fine è necessaria una licenza della SUISA. Il nuovo video esplicativo della SUISA illustra le cose più importanti al riguardo.

Se riproducete musica di sottofondo o trasmettete programmi televisivi come partite di calcio o serie TV, vi rilasceremo un'autorizzazione (licenza) ai sensi della tariffa comune 3a.

Questo vale, tra l'altro, per le seguenti aziende:

  • Negozi ed esercizi di ristorazione (ristoranti, saloni di parrucchieri, barbieri, studi di architettura, ecc.)
  • Foyer
  • Musei
  • Camere d'albergo, ospedali, appartamenti per vacanze
  • Lunapark itineranti (giostre in fiere e festival)

Questa licenza si applica anche all'uso della musica di attesa nelle vostre linee telefoniche.

Perché devo pagare per la musica di sottofondo?
 

Intervista a Roger Schmucki, proprietario di Jeanslife GmbH Winterthur (intervista in tedesco)

Se nel vostro ristorante o nei vostri locali commerciali viene riprodotta della musica di sottofondo o trasmettete programmi televisivi, ad esempio partite di calcio o serie TV, vi rilasceremo una licenza ai sensi della tariffa comune 3a. Lo stesso vale nel caso in cui utilizziate una musica di attesa telefonica.

La somma da corrispondere per la licenza viene calcolata in base all’estensione dell’area sulla quale è udibile la musica o visibile la trasmissione.

Come si compongono i costi?

Ai fini del calcolo, si sommano tutte le superfici dei locali, compresi i ristoranti dell’hotel, i corridoi e gli ascensori in cui si può ascoltare la musica o percepire un programma. La Pay TV e il sistema Hotel-video dell’hotel richiedono una licenza separata secondo la TC HV.

Costi

Indennità di base: per superfici di 1000 m² e/o fino a 200 linee pubbliche l’indennità di base ammonta per mese solare e per luogo d’utilizzo (esercizio, negozio, azienda, ecc.) a:

Importo
Utilizzi audio CHF 19.20
Utilizzi audiovisivi CHF 20.80

Indennità supplementare: nel caso di superfici superiori a 1000 m² e/o con più di 200 linee pubbliche, oltre all’indennità di base va versato un ulteriore compenso per la superficie o il numero di linee pubbliche eccedenti, per mese solare e per luogo d’utilizzo:

Indennità
supplementare
Totale audio Totale video
fino a 3000 m² e/o fino a 600 linee pubbliche CHF 56.66 CHF 75.86 CHF 77.46
fino a 5000 m² e/o fino a 1000 linee pubbliche CHF 113.40 CHF 132.60 CHF 134.20
oltre 5000 m² e/o oltre 1000 linee pubbliche CHF 170.12 CHF 189.32 CHF 190.92

Ecco come procedere

Inviateci il formulario online debitamente compilato. Potete trovarlo nel nostro portale clienti sotto «Annuncio». In seguito, vi faremo pervenire una licenza e la relativa fattura. Una volta ricevuto il vostro pagamento, provvederemo a ripartire il denaro ai compositori, parolieri ed editori aventi diritto.

Häufig gestellte Fragen und Antworten

  • La musica di sottofondo (musica d'ambiente) ha solo una funzione d'accompagnamento, complementare o accessoria. Viene utilizzata principalmente nei negozi, ristoranti, sale d'aspetto, luoghi di lavoro ecc. o come musica per l'attesa telefonica.

  • La SUISA calcola il compenso in funzione della superficie del locale in cui le emissioni o le esecuzioni sono acusticamente e visivamente percepibili. Per la «music-on-hold» (musica d'attesa) è determinante il numero di linee collegate al centralino.

  • Salvo disposizioni contrarie previste nell'autorizzazione, la SUISA non necessita di alcun elenco del programma.

  • La TC 3a regola gli importi da pagare, ad esempio, per la sonorizzazione con musica di sottofondo di locali commerciali o per la riproduzione di film e programmi televisivi. Le indennità vengono ripartite tra i compositori, parolieri e interpreti della musica, nonché tra i produttori, sceneggiatori e attori dei film e dei programmi.

    Gli artisti, i produttori e gli sceneggiatori sono rappresentati in Svizzera da cinque diverse società di gestione. Poiché la TC 3a è una "tariffa comune", dalla SUISA riceverete una sola fattura. Il pagamento della fattura della SUISA indennizza i diritti di tutte e cinque le società di gestione.

  • Dovete versare un compenso ai sensi della TC 3a, se si applica almeno uno dei seguenti punti:

    • Nel vostro ristorante, negozio o in altri ambienti del vostro esercizio viene riprodotta musica di sottofondo.
    • Nei locali del vostro esercizio trasmettete film, programmi radio o televisivi.
    • Gestite camere per gli ospiti, appartamenti di vacanza, camere per i pazienti o simili e mettete a disposizione attrezzature adeguate per la riproduzione di film, programmi radio e televisivi.
    • Diffondete musica durante l’attesa al centralino telefonico.

    Quindi, se utilizzate opere e servizi creati da compositori, parolieri, interpreti, sceneggiatori o produttori, questi hanno diritto per legge a ottenere un adeguato compenso per l'uso delle loro opere e servizi.

  • Non sono previste eccezioni per i piccoli negozi. Non appena nel vostro negozio viene riprodotta musica di sottofondo o vengono trasmessi film e programmi televisivi, dovete pagare un compenso secondo la TC 3a. In questo modo avrete accesso al repertorio musicale mondiale ad un prezzo molto ragionevole.

  • Le imprese rispettivamente, le organizzazioni pagano un’indennità per i diritti d’autore in base alla TC 3a nel caso in cui mettano a disposizione dei propri collaboratori, clienti, ospiti, ecc., musica e/o filmati nei seguenti luoghi e contesti:

    • Attesa telefonica
    • Punti di vendita
    • Saloni di parrucchieri/centri estetici
    • Esercizi pubblici (ristoranti, bar, ecc.)
    • Ascensori aziendali
    • Uffici
    • Sale d’attesa di uffici o studi
    • Veicoli aziendali o di consegna
    • Stanze/appartamenti ammobiliati affittati a scopo commerciale, come case vacanza, stanze di degenza, Airbnb, camere per studenti, residence
    • Foyer di edifici aziendali
    • Autosili
    • Officine
    • Mostre
    • Bancarelle
    • Stazioni di impianti di risalita
    • Piste di ghiaccio o campi sportivi
    • Sale ricreative in case di cura
    • Spazi/circoli giovanili
  • Dovete notificare voi stessi l’uso della musica alla SUISA, il modo più semplice per farlo è tramite il nostro sito web www.suisa.ch/3a. Se utilizzate musica senza la licenza della SUISA, quest’ultima può raddoppiare le indennità relative. Se avete dimenticato di registrarvi, non dovete temere nulla, basta contattarci immediatamente. Vi emetteremo quindi una fattura ordinaria per l'uso non segnalato in precedenza.

  • L'importo della tariffa dipende dalla superficie sonorizzata o dalla superficie su cui vengono trasmessi film e programmi televisivi. Le superfici per ubicazione vengono sommate, comprese le eventuali camere per gli ospiti. Se un cliente gestisce più ubicazioni (locali commerciali, stabilimenti d’impresa, filiali, ecc.), le indennità sono dovute separatamente per ogni ubicazione.

    Il compenso per la musica di sottofondo su una superficie fino a 1000 m2 è di CHF 19.20 al mese (più IVA). Il compenso per l'utilizzo di opere e servizi audiovisivi (film e programmi televisivi) su una superficie fino a 1000 m2 è di CHF 20.80 al mese (più IVA). Per le superfici più grandi si applicano dei supplementi secondo la cifra 6 della tariffa. Queste tariffe forfettarie si applicano anche alla musica di attesa telefonica, e sono determinate in base al numero di linee telefoniche.

    Con la TC 3a avete quindi accesso al repertorio musicale mondiale ad un prezzo molto ragionevole.

  • La SUISA invia le fatture per la TC 3a una volta all'anno. Di norma, la licenza è valida per l'intero anno civile (dall'1.1. al 31.12.) e corrisponde quindi a 12 volte l’indennità mensile. Nel caso di esercizi o appartamenti di vacanza che non utilizzano musica o film durante tutto l'anno, verrà addebitato solo il relativo numero di mesi di utilizzo.

    Se nessuna modifica viene notificata alla SUISA, la fattura per l'anno successivo verrà emessa esattamente nello stesso modo. In caso di un singolo utilizzo (ad es. presso stand fieristici o in occasione di eventi sportivi di durata limitata), viene emessa una sola fattura per il periodo corrispondente, tenendo conto di ogni mese civile iniziato. In ogni caso, l'importo della fattura corrisponde ad almeno un'indennità mensile.

  • Informate la SUISA delle modifiche tramite l’Infoline (0844 234 234). Se non avete ancora pagato la fattura, possiamo annullarla ed emetterne una nuova. Se avete già pagato la fattura, possiamo rimborsare la differenza o accreditarla alla fattura successiva.

  • Il canone ai sensi della legge sulla radiotelevisione (LRTV) costituisce la base per la creazione e la diffusione di programmi radiofonici e televisivi indipendenti in Svizzera. L'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) distribuisce questi proventi alla SSR e ad altre emittenti radiofoniche e televisive con mandato di prestazioni, che possono utilizzarli per finanziare le loro attività di diffusione.

    Le indennità per i diritti d'autore che versate alla SUISA sono dovute invece ai compositori, parolieri ed interpreti della musica, nonché ai produttori, sceneggiatori e attori di film e programmi. Essi hanno diritto a un adeguato compenso se le loro opere e i loro servizi sono utilizzati al di fuori della sfera privata, ad es. per la sonorizzazione di negozi, ristoranti, sale d’aspetto, locali di lavoro o come musica d’attesa telefonica.

  • No, le indennità per i diritti d'autore sono dovute indipendentemente dal canone di ricezione per la radio e la televisione. Anche se un'impresa non è tenuta a pagare i canoni radiotelevisivi - ad esempio perché il suo fatturato annuo è inferiore a 500'000 franchi - deve pagare il compenso ai sensi della TC 3a se diffonde musica, film o programmi televisivi al di fuori della sfera privata.

  • No, non è possibile. Chi utilizza opere musicali e audiovisive deve pagare le indennità previste dalla tariffa, poiché agli aventi diritto spetta un adeguato compenso.

  • Sì, la Billag ha riscosso le indennità per i diritti d‘autore per conto della SUISA fino alla fine del 2018. Dal 1° gennaio 2019, la SUISA procede autonomamente all’incasso dei compensi in base alla TC 3a.

  • Con l'acquisto del CD è possibile ascoltare la musica in privato, ad esempio a casa o in auto. L'uso al di fuori di questo ambito non è incluso nel prezzo di acquisto del CD. A tal fine è necessario versare un compenso conformemente alla TC 3a.

  • No, se gli appartamenti di vacanza e le camere per gli ospiti vengono affittati e dotati di attrezzature adeguate, il locatore deve pagare un compenso ai sensi della TC 3a.

  • No, per la musica dal vivo si applicano tariffe diverse. Così come le possibilità di utilizzo della musica sono diverse, ci sono anche tariffe diverse che si adattano al rispettivo utilizzo.

Ha domande? Ci contatti.

Si metta in contatto con noi per avere l'aiuto e il supporto di cui hai bisogno.